riflessioni

Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 2

Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 2

L’ultimo post parlava di come la mia vita è cambiata in seguito alla mia necessità di riordinare ciò che mi circondava. Ho svuotato, eliminato, scelto e ricomprato. Ora posseggo cose che mi rendono felice, non ho sensi di colpa verso la mia casa e vivo serenamente una cena con amici o una visita improvvisa. Durante Continue reading Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 2

Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 1

Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 1

C’è stato un tempo dove la mia vita era riempita di oggetti. Li sostituivo a quell’attimo di qualità, assieme a famiglia ed amici, che mi mancava. Li sostituivo alle esperienze che avrei voluto fare ma a cui alla fine rinunciavo. Li sostituivo alla mancanza di tempo ed alle opportunità sfumate. Ero stressata ed annoiata e Continue reading Una vita consapevole, il mio percorso. Parte 1

La felicità quotidiana dell’Hygge, riassunta in un libro.

La felicità quotidiana dell’Hygge, riassunta in un libro.

Quando mi sono imbattuta in questo libro ho subito pensato che la sua copertina infondesse un senso di felicità immediata. Una teiera e un paio di tazze stilizzate, raffigurate in un modo che probabilmente sarebbe piaciuto solo a mia nonna, ed allo stesso tempo mi facevano sentire a casa. Bingo! Lo leggo! Poi leggo la Continue reading La felicità quotidiana dell’Hygge, riassunta in un libro.

Qual’è il momento più bello della giornata?

Qual’è il momento più bello della giornata?

Ci sono delle domande banali che ti vengono poste spesso nella vita. “Qual’è il tuo colore preferito? Il numero fortunato? La tua canzone del cuore?” Ho sempre una certa difficoltà a rispondere a queste domande, i miei gusti sono eclettici e negli anni si sono amplificati superando assieme a me ogni difficoltà, ogni delusione, ogni Continue reading Qual’è il momento più bello della giornata?

Il tempo

Il tempo

Mi viene da pensare che tutto sto fatto dell’educazione sia un po’ una fregatura. Mi spiego meglio. I miei genitori si sono sempre impegnati a farmi crescere con buoni valori e sani principi. Una buona figlia, una buona amica, una buona compagna e, non ultimo, una buona lavoratrice. Perché il lavoro è santo, ci mancherebbe! Continue reading Il tempo