Tentazioni

Tentazioni, si dice che il serpente ne sia simbolo, e, parafrasando Oscar Wilde, l’essere umano riesce a resistere a tutto tranne che ad esse. Sarà capitato anche a voi di fissare un obbiettivo, per poi accorgervi che sembra esserci una congiunzione astrale che ci impedisca di coglierlo.

Ci mettiamo a dieta; e, con un Pozzettiano “taac!”, arriva una serie infinita di: aperitivi lunghi, apericene, aperipranzi, feste HASHTAGacuinonpuoimancare, Natali, Pasque, ognissanti e chi più ne ha, più ne metta. Sono mesi che il sole è alto nel cielo, decidiamo finalmente di fare sport e programmare un programma di allenamento e via: scendono valanghe, nubifragi, ghiaccio, neve, la casa è così calda, il divano così comodo, la coperta così HASHTAGmorbidalavataconperlana ed è appena uscita la nostra nuova serie preferita su Netflix. Dopo anni di progetti, ripensamenti e analisi partiamo con il nostro progetto, quello della vita; e nulla, sembra che tutto sia a nostro sfavore e punti a depistarci, a farci desistere; sarebbe allettante lasciarci andare e fermarci, smettere di sprecate tante energie in un progetto che a detta di tutto e di tutti non sembra essere vincente.

Sarebbe molto più semplice mollare e goderci quel po’ di commiserazione che tanto sembra ci siamo meritati. Chiedendosi perché abbiamo iniziato, dove stiamo andando e se mai tutto il tuo sacrificio porterà a qualcosa. La risposta è: mai nulla è inutile. Ogni fallimento, ogni strada iniziata e poi lasciata, ogni decisione che hai rivalutato, ogni ripensamento, tutto ha creato la persona che sei. Le tentazioni sul nostro percorso possono essere solamente un arricchimento; una prova che non serve a misurare quanto siamo bravi o costanti nel tempo ma quanto quel progetto per noi sia importante.

Il consiglio che cerco di dare sempre a me stessa è proprio quello di accogliere le tentazioni, godere di quelle defaillance e di quelle piccole cose che ci fanno stare bene, anche se agli occhi degli altri possono essere dei cedimenti; e soprattutto ricordare di ascoltare noi stessi. Avremo il tempo per recuperare; noi, per ora, concediamoci quella cena con amici, quel pomeriggio sul divano abbracciati, quella mattinata a letto e quella serata solo per noi. Cediamo, perché non c’è metodo migliore per essere felici e poter poi ricominciare più carichi e motivati di prima.

Io, ieri mi sono concessa qualche ora di tv spazzatura, alla faccia dei mille task da fare. Voi, come amate cedere alle tentazioni?

Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.