Back to school – What’s in my bag!

Un altro punto fondamentale del back to school è la scelta e l’organizzazione della borsa.

(foto by pinterest)

Per anni ho amato la tracolla, per ritrovarmi invece ora fan dello zaino. Soprattutto se ricercato è un ottimo pezzo di stile che non ci costringe a rinunciare alla praticità. Ottimo sopratutto se con quello stile un pò vintage che ora spopola tanto!

Le caratteristiche che dovete tenere in considerazione a mio parere sono tre:

  • Capienza, deve poter contenere i libri anche durante i periodi dell’anno più intensi. L’apertura deve essere squadrata così da poter mettere e togliere tranquillamente anche i quaderni più ingombranti ed inoltre potrà accadere che vogliate portare un cambio o una merenda per fermarvi fuori anche dopo l’orario canonico!
  • Spallacci. Devono essere comodi e ampi. Dovrete indossarlo anche durante l’inverno più rigido ed è meglio che siano di una lunghezza tale da infilarli facilmente anche con il cappottone! Gli spallacci ampi inoltre vi aiuteranno a scaricare bene il peso, limitando il carico delle spalle.
  • Impermeabilità. Capiterà che vi troverete ad aspettare i mezzi senza l’ombrello o che siate presi alla sprovvista da un acquazzone.  Non credo sareste contenti se una volta arrivati a casa trovaste appunti, libri ed agenza zuppi e scoloriti!

Se amate gli zaini ora ne trovate di carinissimi in vendita da H&M o ZARA. Se aprite i link troverete molti modelli pratici ed economici. Per le tracolle non posso che consigliarvi le classiche EASTPAK, che a mio parere restano le migliori in termini di qualità e design. Sono leggere, resistenti ed impermeabili. Durano anni e le potete lavare con un lavaggio delicato ogni volta ne abbiate necessità.

(foto by pinterest)

Per le emergenze di tutti i  gioni vi consiglio di organizzare una piccola pochette da portare sempre con voi. Potreste metterci un piccolo deodorante, il burrocacao, una salviettina igienizzante, un assorbente, un campioncino di profumo od un fondotinta in minisize. Insomma, tutto quello che potrebbe servire per un ritocco veloce o per tamponare una situazione spiacevole che potesse capitarvi. Sapere di avere una mini trousse oppure qualche accessorio salva uscita vi permetterebbe magari di fermarvi con gli amici per un caffè tranquillamente senza tornare a casa.

(foto by pinterest)

Se ne disponete potreste inoltre portare il Kindle, gratuitamente si possono scaricare dei dizionari da consultare quando ce ne sia necessità, il codice penale o addirittura potreste caricarci le dispense del vostro corso di studi. In un piccolo spazio avreste molti manuali utili senza scaricare la batteria del telefonino.

(foto by pinterest)

Nonostante tutti i telefoni dal ’95 in poi ne siano provvisti, consiglio sempre una piccola calcolatrice. Pesa poco ma può essere utilissima durante le prove, il cellulare non è permesso e spesso nella foga dei preparativi mattutini potremmo dimenticarcela. Una piccola calcolatrice fissa in borsa risolve il problema!

Passiamo ora all’astuccio, io sono una vera fissata per tutto ciò che è cartoleria. E la mia fissa del momento, diciamo più degli ultimi anni, sono le Frixion. Se non sapete di cosa sto parlando vi lascio il link del produttore QUI. Velocemente però le Frixion sono delle penne, ma esistono anche pennarelli ed evidenziatori, che si cancellano completamente con il calore generato dalla frizione della specifica gomma posta sulla penna. E vorrei sottolineare il completamente! Nulla di simile alle penne cancellabili a cui siamo abituati. E già questo basterebbe, quando poi ho scoperto evidenziatori e pennarelli sono definitivamente entrata nel tunnel senza uscirci più! Ve le consiglio per prendere appunti, sono effettivamente care ma la prestazione è ottima. Per gli appunti che volete conservare o gli appunti meglio rimanere invece sulle classiche penne gel. Le mie preferite sono quelle a punta finissima.

(foto by pinterest)

Per quanto riguarda i quaderni ci sono varie scuole di pensiero. Io credo dipenda molto dal corso che uno segue e dalla disposizione delle materie. Nel caso abbiate poche materie al giorno è più pratico dividere i quaderni per singole materie, se però vi ritrovate a portare ogni giorno quattro o più quaderni diversi probabilmente scegliere un mega raccoglitore ad anelli vi risolverebbe la vita. Questo credo sia un aspetto legato anche al metodo di studio.

Spero che questo piccolo articolo possa darvi qualche spunto interessante. Voi cosa tenete nella vostra borsa quando andate a scuola o all’università?

Baci, Fanny

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *