Pane fatto in casa: il metodo tradizionale

Ciao a tutti, non so se avete già visto il mio articolo sul pane fatto con la Macchina del Pane, nel caso siate interessati vi lascio il link Pane con la MdP.

Ora passiamo a quello che per me è stato il metodo più soddisfacente, quello tradizionale!

Ebbene si, io che ho sempre preferito le scorciatoie in cucina nell’ultimo periodo, grazie a del tempo in più che ho avuto in casa, sono riuscita a scoprire i piaceri dei metodi tradizionali. Capiamoci, non rinnego nulla. Credo ancora fermamente negli elettrodomestici e nelle soluzioni intelligenti ma devo ammettere che in certi procedimenti la differenza si vede.

Uno di questi è il pane. Come anticipato nello scorso articolo, il pane con la MdP è oggettivamente buono ma un pò più noioso. Per quanto si usino ricette o farine diverse il risultato finale e pressoché identico, un morbido pane in cassetta. Con il metodo tradizionale, impasta-lievita-inforna, sono riuscita ad ottenere pagnotte, ciabatte, pane morbido al latte o croccante con olive e semi. Quindi proviamo assieme? Ecco il mio ultimo pane!

nfd

La ricetta è molto semplice, con l’impastatore la fatica è quasi nulla e in qualche ora avrete sfornato un pane perfetto che vi durerà a lungo. La ricetta è quella di Stefano Barbato leggermente modificata, vi consiglio il suo blog ha ottime ricette!

INGREDIENTI:

1 kilo di farina di semola
650 grammi di acqua
20 grammi di sale fino
20 grammi di lievito di birra
20 grammi di olio extravergine di oliva

Il procedimento è semplice, si mescolano assieme nella ciotola della planetaria (o in una ciotola qualsiasi se si vuole impastare a mano) e man mano si fa assorbire la farina. Quando l’impasto è bello liscio ed omogeneo  si aggiunge il sale facendolo ben assorbire e l’olio.

Ora non ci resta che aspettare. Fatelo lievitare 2/3 ore, dovrà raddoppiare il suo volume, e poi rimpastatelo nuovamente dandogli la forma che più preferite. Ora inizia la seconda fase di lievitazione. Per aiutarlo incidetelo come ho fatto io, gonfierà in maniera omogenea e conserverà la sua forma. Dopo circa mezz’ora vedrete che si sarà nuovamente raddoppiato. 

Ora possiamo infornarlo a forno ben caldo (220° minimo) per 15 minuti, successivamente lo lasciamo cuocere altri 15/20 minuti a 200° sulla griglia. Il tempo dipenderà anche dalla dimensione delle pagnotte e dal vostro forno. Ultimo passaggio importantissimo lasciatelo sfreddare mantenendolo sulla griglia del fotno, questo trucchetto lo farà diventare ben croccante!

Che dire, a me questa ricetta piace tantissimo. Ve la consiglio! Se la provate sono curiosa di sapere il vostro parere.

Un bacio, Fanny

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *