Ricomincio da me…

Nei prossimi giorni la nostra routine verrà nuovamente stravolta. E’ arrivato il momento di rientrare a lavoro e questo è anche il motivo per cui non ho pubblicato nelle scorse settimane.

In questi giorni mi sono messa planner alla mano, come sempre quando devo affrontare un cambiamento, a elencare tutti i punti che io e mio marito dobbiamo necessariamente affrontare prima di buttarci nuovamente in quel tram tram quotidiano che una vita con due lavori impegnativi, un bambino piccolo e due cani ti portano ad avere.

Nel mio caso è stato veramente liberatorio, trovare scritto nero su bianco le cose che era necessario fare o organizzare mi ha liberato di un gran peso. Ho cominciato facendo un decluttering delle mie cose e di quelle di Morgan (mio marito lo farà se e quando ne sentirà la necessità), partendo dagli armadi fino ad arrivare alle agende e i documenti.Questo ci permette di selezionare tutte le cose che non sono più utili e liberarcene donandole a chi ne ha più bisogno, oppure vendendole, e allo stesso tempo riorganizzare gli spazi. Partire con una casa ordinata e ben organizzata è il primo passo per affrontare gli imprevisti con più facilità. E’ una vita che lotto per trovare il metodo di organizzazione perfetto che mi permetta di combattere il disordine e devo dire che aggiungendo un marito decisamente disordinato in una casa piccolina tutti i problemi legati all’ordine andavano subito moltiplicandosi. Circa un anno e mezzo fa abbiamo iniziato un percorso, spinti dalla necessità di riorganizzarci per l’arrivo del piccolo e anche dalla lettura del libro di Marie Kondo “Il magico potere del riordino” (vi lascio il link di Amazon se foste interessati). Sicuramente la nostra vita è cambiata e migliorata; anche mio marito un fiero sostenitore del motto “nel mio disordine io trovo tutto” dopo averne visto i benefici si è arreso a questo nuovo stile di vita.

Finita la fase di decluttering, molto più veloce e facile rispetto a quella iniziale ve l’assicuro, sono passata a riorganizzare le mie agende. Da questo momento dovendo incastrare i miei turni con quelli di mio marito, l’asilo e la baby sitter nulla può essere lasciato al caso. Ho quindi fatto il set up di un’agenda personal che mi è stata da poco regalata, molto sottile e comoda da portare sempre con me, in cui ho inserito solamente il planner settimanale per avere tutto sotto controllo, qualche foglio di to-do e una manciata di fogli per gli appunti veloci. Così potrò viaggiare leggera, già la mia borsa sarà bella pesante dovendo contenere tutto quello che servirà durante la giornata, pranzo compreso. A casa invece organizzeremo una mega agenda in formato a4 che servirà anche da Home Binder. Qui invece terrò tutte le mie liste, i progetti, le date da non dimenticare, il piano dei conti, l’elenco delle pulizie ed un planner giornaliero per organizzare al meglio il tempo da dedicare allo studio ed agli impegni quando sarò a casa.

Infine ho cominciato a preparare una serie di pasti di “emergenza” che metterò nel freezer per quelle giornate in cui non riusciamo a preparare nulla da portare a lavoro o da mangiare se rientriamo a casa tardi da lavoro. Questo eviterà di ricorrete al take away ed eviterà molti pranzi al ristorante durante la pausa pranzo. Risparmio economico e guadagno in salute!

Gli ultimi due punti riguardano una lista di pulizie speciali e lavori che dobbiamo ultimare a casa e una settimana di studio intenso per avvantaggiarmi a scuola.

Non abbiamo ancora completato tutta la lista ma sono comunque soddisfatta. Mi sento pronta a ripartire e sono sicura che anche questo cambiamento ci porterà grandi opportunità. A chi come me sta vivendo una fase di rivoluzione auguro di riuscire a trarne il meglio e di vivere ogni opportunità con grinta e positività!

Baci, Fanny

Please follow and like us:

3 comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *