Il piacere della routine

Una volta le routines mi terrorizzavano. Veramente. Avevo la sensazione di ritrovarmi vittima di un percorso obbligato che non mi permetteva di vivere veramente la vita come volevo.
Vedevo con occhio critico chi ne aveva una e mi chiedevo sempre: “Come fanno a seguire lo stesso schema tutti i giorni?”
Bhè, a dire il vero a volte lo penso ancora.
Ma è anche vero che nell’ultimo periodo le piccole routine che mi sono lentamente creata mi hanno letteralmente salvata!
Intendiamoci, si parla di piccole cose come una lista di azioni da compiere la mattina appena sveglia o la sera prima di mettermi a letto. Azioni che in realtà quasi tutti fate ogni giorno, in maniera meccanica e senza farci nemmeno troppo caso.

Vi alzate, lavate i denti, fate la doccia poi la colazione e così via….

Ecco, ho notato che decidendo prima cosa devo fare, e magari anche in che ordine, posso risparmiare molto tempo senza correre per casa cominciando mille cose e continuando a dimenticarmi cosa stavo andando a fare. Ad esempio ,ho capito che se dopo essermi lavata mi vesto e trucco subito evito di continuare a fare il resto delle faccende in pigiama o peggio in accappatoio, come a volte prima succedeva, e quindi in maniera più comoda oltre che in grado di affrontare eventuali ospiti inattesi. Oppure che se mentre preparo la colazione svuoto la lavastoviglie poi posso una volta finita mettere direttamente le tazze sporche all’interno, senza doverle appoggiare nel lavello e spostandole nella lavastoviglie solo in un secondo momento dopo averla svuotata. Sono piccole cose lo so, ma vi assicuro che avere un mini routine calcolata sulle nostre esigenze giornaliere è rassicurante e pratica.
Io ne ho fatte due, anzi tre.
Una morning routine, una da fare alla sera ed infine una che include i giorni della settimana (che vi spiegherò in un altro post).
Ogni mattina appena mi sveglio allatto Morgan poi quando ci alziamo rifaccio subito il letto ed andiamo in bagno per lavarci e vestirci entrambi. Subito dopo pulisco e sistemo velocemente il bagno, questa operazione fatta quotidianamente occupa pochi minuti e mi permette di mantenere pulito il bagno. Questa è un abitudine che ho “rubato” al metodo di Flylady, vi linko il sito se siete curiosi http://www.flylady.net, io ho provato a seguirlo a lungo ma per me il metodo non era perfetto e quindi l’ho modificato e mixato con altre idee trovate online.
Dopo aver dato una pulita veloce carico la lavatrice così che possa lavorare mentre io continuo il mio percorso. Dopodiché mi sposto in zona giorno per preparare la colazione e nel frattempo dare una sistemata veloce alla cucina.
Mentre faccio la colazione do un occhiata all’agenda e controllo se devo scongelare qualcosa per la cena dal menù planner, e anche per questo magari farò un articolo a parte! 🙂
Infine carico la lavastoviglie, passo lo swiffer e via…praticamente nello stesso tempo che prima impiegavo a lavarmi e prepararmi ora riesco anche a dare una sistemata alla casa così da essere pronta per affrontare la giornata ed ogni suo imprevisto nel migliore dei modi.
Volete mettere la differenza rispetto a prima, quando per me il suono del campanello era il maggiore incubo?!
Quindi, fidatevi delle routine.
Aiutano anche e soprattutto chi come me non è un’organizzata cronica!

 

Fanny

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *